Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Manco a dirlo…

Uno si distrae un attimo e che succede?
Bof, solite cose, un piccolo incendio domestico (stiamo tutti bene, bipedi e quadrupedi) con tutte le seccature che ne seguono tra cui un cane intossicato perché proprio non riusciva a non andare a frugare in mezzo alla roba semi carbonizzata (mentre io litigavo con la scietà per lo smaltimento dei rifiuti che voleva farcela tenere in giardino per altre tre settimane), un inutile esame di ammissione ad un corso della provincia (che merita un piccolo post a parte), la grottesca e tragicomica dipartita di un omonimo di mio nonno che ha causato una serie di imbarazzanti malintesi con parenti e amici…

Nel mezzo una congiuntivite acuta, un mezzo esaurimento nervoso con tanto di perdita di capelli e appetito… Solite cose insomma, normale routine q:

Poi non ci si meravigli se non ho tempo di scrivere sul blog qqqqqq:

Annunci

Read Full Post »

Piccolo aggiornamento

Per mettersi in pari degli anni trascorsi, qualche notizia sparsa.
Alla fine ce l’ho fatta, sono disoccupata! Destino comune a tanti di questi tempi, quindi me ne sto facendo abbastanza una ragione. Vivo ancora in casa coi miei, faccio lavoretti saltuari, cerco lavoro (che ti impegna come un lavoro) e nel frattempo valuto l’opzione di mettermi in proprio con una piccola attività tutta mia che ovviamente non c’entra niente con la roba per cui ho studiato tanto.

Ah, per chi fosse interessato, ho raggiunto la disoccupazione a Marzo con un fantastico 104/110 e oggi mi è arrivato a casa un tubo di Pringles dell’Università di Pisa che invece delle patatine conteneva solo un deludente foglio di carta ):

Purtroppo non ho più 4 gatti, Ribes ci ha lasciati un anno fa e lo ha fatto come ha vissuto: da stronzo -_-
S’è preso FIV e FeLV e se ne è andato nel giro di poche settimane, dopo 8 anni di vita con noi. Inutile dire che mi manca ancora come l’aria e che quando la sera apro la porta per fare entrare i gatti aspetto ancora che entri anche lui… Ma che ci possiamo fare? Ha sempre fatto a botte con qualsiasi cosa (compresa la sua ombra… e no non sto scherzando) la cosa che ci meraviglia è che sia arrivato a 8 anni.

Il mio pellegrinaggio per i lidi Savonesi continua ininterrotto, sono sempre vittima di Trenitalia che mi tiranneggia, ma dopo 10 anni mi sono abituata (quasi) a tutto.

Sul fronte salute ho fatto passi da gigante. Ho appurato che effettivamente gli antistaminici erano un po’ pericolosi per me e che non era proprio il caso li prendessi visto che mi portavano un’aritmia cardiaca che poteva essere fatale (lo dicevo io che c’era qualcosa di veramente anomalo) per fortuna ho trovato un buon cardiologo, quindi, consiglio a tutti quelli che negli anni sono passati di qui a leggere, se avete effetti collaterali pesanti fate dei controlli! Non curatevi da soli e non affidatevi alla rete, cercate degli specialisti e raccontate i vostri problemi, alla fine la situazione si risolve!

A quel punto ho anche cambiato allergologo, e ho avuto la fortuna di imbattermi di nuovo in un’ottima dottoressa che ha trovato una terapia sostitutiva che sta funzionando davvero bene, quindi riesco a cavarmela senza antistaminici. Inoltre le inalazione alle terme (sono mutuabili) hanno aiutato tantissimo. Ho inoltre fatto i patch test ed ho scoperto di essere allergica anche al Thiomersal (un conservante presente nel liquido per le lenti a contatto, nei disinfettanti, nei colluttori e nelle soluzioni iniettabili) e al cobalto (presente nelle leghe metalliche, nell’inchiostro per tatuaggi, come pigmento per colorare stoffe, ceramiche, vetro etc etc, ma anche nel cemento e nella vitamina B12) anche queste nuove conoscenze mi hanno aiutato molto, perché soprattutto nel caso del cobalto mi hanno permesso di evitare tutti i prodotti arricchiti di vitamina B12 che io credevo innocui e che invece mi facevano stare molto male.

Anche l’emicrania, che era peggiorata tantissimo probabilmente per lo stress legato alla consegna della tesi e all’invecchiamento, sta migliorando grazie ad una terapia a base di una farmaco dal nome ironico, il Topamax, che mi permette di controllare gli ormai sporadici attacchi che mi colgono.
Il farmaco ha anche altri effetti particolari a cui vorrei dedicare qualche chiacchiera approfondita in seguito, se mai ci sarà un seguito q:

Va beh, per aver ripreso a scrivere qualcosa al volo mi pare di aver detto molto.
Adesso vorrei essere lì per vedere stupore e meraviglia sulla faccia di quelle 2 persone che forse mi tengono ancora nei feed q:

Read Full Post »