Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Natale’ Category

Befanini

Oggi ho fatto i befanini. Sono biscotti tipici della zona della Lucchesia e della Versilia, si preparano nel periodo natalizio e non possono assolutamente mancare alla colazione del 6 Gennaio ^_^

Sono carini perché sono “cicciotti” e colorati, i granelli di zucchero sopra non possono mancare. Ho letto in rete che sono ormai poche le aziende che le producono ed è uno di quei prodotti della tradizione che rischiano di perdersi ):

Poveri befanini! Sull’orlo dell’estinzione ):

Ecco qualche foto:

Befanini

Befanini

Befanini

La ricetta è:

500g di farina
300g di zucchero
150g di burro
3 uova
1 presa di sale
1 bustina di lievito per dolci
1/2 bicchiere di latte
1 bicchierino di rum
La scorza grattugiata di un’arancia non trattata

Disponete gli ingredienti asciutti a fontana, versate al centro gli ingredienti liquidi ed impastate il tutto come si fa per i frollini. Aggiungete un po’ di farina se la pasta dovesse essere troppo morbida, poi fate una “palletta”, mettetela in un tovagliolo di stoffa e riponetela in frigo finché non diventa più dura. Quindi stendete la pasta senza lavorarla, e ritagliate con gli stampini le forme che volete. Devono essere grossine perché poi il biscotto cuocendo un po’ si deformerà, e le forme piccole tendono a perdere l’aspetto originale più di quelle grosse ^_^’

Poi spennellate ogni biscottino crodo col latte e cospargete con la granella di zucchero colorata.

Cuocere in forno caldo a 180° per 15 minuti, e buon appetito!

Annunci

Read Full Post »

Buon Natale!

Con un po’ di ritardo, eccomi a fare gli auguri di Natale, a chiunque capiti da queste parti. Che non sono poi molti, visto che non ho diffuso in giro il link al blog q:

Volevo fare una cosina per Natale, ma mi manca il supporto tecnico necessario per farla, se faccio in tempo edito questo messaggio più avanti, altrimenti amen, sarà per l’anno prossimo q:

Ancora buonissime feste a tutti!

Read Full Post »

Una canzoncina simpatica e senza troppe pretese, perfetta per essere canticchiata mentre si impacchettano i regali o si addobba l’albero ^__^

You better watch out
You better not cry
You better not pout
I’m telling you why
Santa Claus is comin’ to town

He’s making a list
He’s checking it twice
He’s gonna find out
Who’s naughty or nice
Santa Claus is comin’ to town

He sees you when you’re sleeping
He knows when you’re awake
He knows if you’ve been bad or good
So be good for goodness sake

So you better watch out
You better not cry
You better not pout
I’m telling you why
Santa Claus is comin’ to town

The kids in girl and boyland
Will have a jubilee
They’re gonna build a toyland
All around the Christmas tree

So you better watch out
You better not cry
You better not pout
I’m telling you why

Santa Claus is comin’ to town!

Read Full Post »

Ecco un’altra canzone natalizia che mi piace, anche se devo confessare che col coro cantavamo solo le prime due strofe. L’abbiamo cantata in una sola occasione, quando insieme al gruppo di teatro abbiamo messo in scena “Il canto di Natale”. Noi del coro eravamo abbarbicati su una scaletta, accanto al pianoforte del piccolo teatro della parrocchia che ci ospitava, e facevamo letteralmente la colonna sonora alla rappresentazione.

Venne una cosa molto bella, e mi spiace davvero tanto che nessuno la riprese, ma in quei tempi i dispositivi digitali non erano diffusi come ora, e in pochi avevano e sapevano usare quelli analogici ):

Che sfiga essere nati nell’età della pietra q:

Tornando al brano in questione, fu scritto nel 1849 da Edmund H. Sears e Richard S. Willis.

It came upon the midnight clear,
That glorious song of old,
From angels bending near the earth,
To touch their harps of gold;
“Peace on the earth, good will to men,
From Heaven’s all gracious King.”
The world in solemn stillness lay,
To hear the angels sing.

Still through the cloven skies they come
With peaceful wings unfurled,
And still their heavenly music floats
O’er all the weary world;
Above its sad and lowly plains,
They bend on hovering wing,
And ever over its Babel sounds
The blessèd angels sing.

Yet with the woes of sin and strife
The world has suffered long;
Beneath the angel strain have rolled
Two thousand years of wrong;
And man, at war with man, hears not
The love-song which they bring;
O hush the noise, ye men of strife
And hear the angels sing.

And ye, beneath life’s crushing load,
Whose forms are bending low,
Who toil along the climbing way
With painful steps and slow,
Look now! for glad and golden hours
Come swiftly on the wing.
O rest beside the weary road,
And hear the angels sing!

For lo! the days are hastening on,
By prophet-bards foretold,
When with the ever circling years
Comes round the age of gold;
When peace shall over all the earth
Its ancient splendors fling,
And the whole world send back the song
Which now the angels sing.

Read Full Post »

Adeste Fideles

E dopo tanto inglese, un po’ di latino. Non ho trovato molto in rete su questo canto di Natale (la cui composizione risale al XVIII secolo), ma credo che sia radicato nel genoma di ognuno di noi, anche se magari non conosciamo tutto il testo originale.

Adeste fideles læti triunphantes
Venite venite in Bethlem.
Natum videte regem angelorum,

Venite adoremus, venite adoremus,
Venite adoremus Dominum.

En grege relicto, humiles ad cunas,
Vocati pastores adproperant:
Et nos ovanti gradu festinemus,

Venite adoremus, venite adoremus,
Venite adoremus Dominum.

Æterni Parentis splendorem æternum,
Velatum sub carne videbimus:
Deum infantem, pannis involutum:

Venite adoremus, venite adoremus,
Venite adoremus Dominum.

Pro nobis egenum et foeno cubantem,
Piis faveamus amplixibus:
Sic nos amanten, quis non redamaret?

Venite adoremus, venite adoremus,
Venite adoremus Dominum.

Ergo qui natus die hodierna,
Jesu, tubi sit gloria,
Patris æterni, Verbum caro Factum est.

Venite adoremus, venite adoremus,
Venite adoremus Dominum.

Colgo l’occasione di questo canto per segnalare quella singolarità che è la wikipedia in latino ^_^

Read Full Post »

The Christmas Song

Ed ecco un’altra canzone natalizia che adoro, The Christmas Song una canzone del 1944 scritta da Mel Tormé e Bob Wells; anche se a me piace la versione cantata qualche anno dopo da Nat King Cole.

Ecco il testo completo:

Chestnuts roasting on an open fire
Jack Frost nipping at your nose
Yuletide carols being sung by a choir
And folks dressed up like eskimos

Everybody knows a turkey and some mistletoe
Help to make the season bright
Tiny tots with their eyes all aglow
Will find it hard to sleep tonight

They know that Santa’s on his way
He’s loaded lots of toys
And goodies on his sleigh
And every mother’s child is gonna spy
To see if reindeer really know how to fly

And so, I’m offering this simple phrase
To kids from one to ninety-two
Although its been said
Many times, many ways
Merry Christmas!
Merry Christmas!
Merry Christmas to.. You!

Nota di colore: in qualche sito ho trovato nel testo la frase “Everybody knwos some tofu and some mistletoe”, evidentemente esiste una versione per vegetariani o_O

Read Full Post »

What Child is This?

Eccoci qui, coi canti natalizi come promesso. Il canto di oggi è “What Child is This?“, non è molto diffuso in Italia, anche se su una raccolta di spartiti una volta ho visto un “Chi è quel bimbo?”.

Il testo è stato scritto nel 1865 sulla musica di un canto tradizionale inglese, Greensleeves.

Il testo completo è:

What Child is this who, laid to rest
On Mary’s lap is sleeping?
Whom angels greet with anthems sweet,
While shepherds watch are keeping?

This, this is Christ the King,
Whom shepherds guard and angels sing;
Haste, haste, to bring Him laud,
The Babe, the Son of Mary.

Why lies He in such mean estate,
Where ox and ass are feeding?
Good Christians, fear, for sinners here
The silent Word is pleading.

Nails, Spear shall pierce him through,
The Cross be borne for me, for you;
Hail, Hail the Word made flesh,
The Babe, the Son of Mary.

So bring Him incense, gold and myrrh,
Come peasant, king to own Him;
The King of kings salvation brings,
Let loving hearts enthrone Him.

Raise, Raise, the song on high,
The Virgin Sings her lullaby;
Joy, Joy for Christ is born,
The Babe, the Son of Mary.

Read Full Post »

Older Posts »